IL FLUSSO MESTRUALE:LA SUA COMPOSIZIONE E QUANTO PERDIAMO

IL FLUSSO MESTRUALE:LA SUA COMPOSIZIONE E QUANTO PERDIAMO

Il flusso mestruale è costituito da sangue, muco, frammenti di tessuto endometriale e cellule epiteliali vaginali.
Il flusso mestruale è di solito rosso scuro e contiene da 60 a 150 ml di liquido. Questo fluido è
dal 50% al 75% di sangue con pochi, se è il caso, piccoli grumi presenti.
Le mestruazioni di solito durano dai 4 ai 5 giorni fino a quando l'endometrio viene reepitelizzato, ma da 1 a 10 giorni possono essere normali per alcune donne.


La tecnica dell'ematina alcalina, che prevede la misurazione chimica del contenuto di sangue dei prodotti sanitari usati,
è considerata lo "standard di riferimento" per la determinazione delle perdite mestruali, ed è stata tradizionalmente
utilizzata per diagnosticare un flusso mestruale abbondante come una perdita di oltre 80 ml di sangue per ciclo.
Questa tecnica è stata creata nel 1964 più di 50 anni fa utilizzando assorbenti in cotone, raccolti e quindi portati in un laboratorio, dove sono stati lavati con un liquido chimico (
5% idrossido di sodio) che reagisce con il vecchio sangue secco.
Durante tutto questo tempo i prodotti sanitari si sono evoluti con versioni ultraslim contenenti polimeri
superassorbenti contenenti granuli che possono assorbire molte volte il loro peso nel fluido. Quindi volendo rifare uno studio più aggiornato con questa tecnica, tutti i partecipanti dovrebbero usare
la stessa marca e misura di assorbente.

Questa linea guida come quantitativo indicativo in Ml di sangue ha creato un po' di confusione fra gli utenti delle coppette mestruali.
Una coppetta mestruale può contenere 3 volte il contenuto di un tampone e di un assorbente. Hanno una capienza che va da 10 ml (le piccoline) fino a 50ml quelle molto capienti.
Ci sono utenti, in piena salute, che nei giorni di flusso più abbondante riempono 2 volte una coppetta di 30 ml, per un totale in tutto il ciclo oltre 100Ml.
Come mai questa differenza? Il tutto sta in un'errata interpretazione:
La tecnica dell'ematica alcalina misura il quantitativo di sangue, non il flusso mestruale totale.

COME MISURARE E CALCOLARE IL FLUSSO E IL QUANTITATIVO DI SANGUE CON LA COPPETTA:
La forma più facile per misurare la quantità di flusso mestruale perso è con la coppetta mestruale, in quanto molte marche hanno le tacche guida e se non ci sono basta consultare la scheda del prodotto.

Quando è il momento di svuotare la copetta, prendi nota di quanto liquido contiene. Puoi registrarlo come una nota nel telefono o tenere un registro in un quaderno.
Quindi svuota, lavare e reinserisci come al solito.

Continua ad aggiornare il registro per i prossimi tre o quattro cicli. Questo dovrebbe fornire dati sufficienti per determinare la perdita mestruale media al giorno e alla settimana.

Potresti scoprire che le perdite totali durante le mestruazionoi sono superiori ai 60- 80 millilitri.
Questo perché il tessuto, muco e rivestimento uterino aggiungono volume al flusso.

COME MISURARE E CALCOLARE IL FLUSSO E IL QUANTITATIVO DI SANGUE CON TAMPONI E ASSORBENTI
Con questi dispositivi è un pochino più complicato perchè ogni marca e misura ha la sua capienza e si tende a cambiarli prima che siano totalmente bagnati per evitare macchie.
Il metodo più semplice per farlo in casa in modo accurato è con l'aito del pittogramma mestruale.

Tenendo presente questo schema e segnando ciascun giorno delle mestruazioni il numero di assorbenti o tamponi usati e quanto erano macchiati e segnando il rispettivo valore in milillitri
per eventuali coagoli o residui nel wc, si arriva alla perdita di sangue.

Nota: Il pittogramma mestruale sembra essere un modo accurato e accettabile per misurare la perdita di sangue mestruale sia a fini di ricerca che clinici.
I dati di ricerca dell'unità dell'autore suggeriscono che una stima accurata e retrospettiva della perdita mestruale può essere possibile anche usando il pittogramma.
Gli studi che hanno convalidato l'uso del pittogramma mestruale hanno utilizzato marchi standard di prodotti sanitari. L'uso di questo grafico con diversi marchi di prodotti sanitari è attualmente in fase di valutazione per decidere se sono necessari o meno i grafici di conversione.

Quindi non trovate meraviglioso avere degli strumenti per poter monitorare il vostro flusso e ad una eventuale visita ginecologica portare risposte precise?.